lIGURIA.CAPITALE.DI.RISCHIOLa Giunta regionale, con deliberazione n.1019 del 5 agosto 2013, pubblicata sul BURL n. 35 del 28/8/2013, ha approvato le modalità attuative per la concessione delle agevolazioni alle imprese a valere sul Fondo capitale di rischio. Il Fondo ha una dotazione iniziale di 20.000.000 di euro.

Scopo del Fondo è contribuire al miglioramento dell'efficienza del mercato dei capitali e segnatamente favorire lo sviluppo del mercato del capitale di rischio per le operazioni di start up capital e di expansion capital nelle piccole e medie imprese operanti sul territorio della Regione Liguria, mediante il co-investimento diretto, insieme a terzi investitori privati che siano indipendenti rispetto alle imprese ("co-investitori"), in strumenti finanziari prevalentemente di equity e quasi-equity.

Richiedi informazioni

POR Liguria (2007-2013) - Asse 1 Innovazione e competitività - Azione 1.2.4. "Ingegneria Finanziaria" Fondo capitale di rischio

 

SCHEDA RIEPILOGATIVA

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

SOGGETTI BENEFICIARI


Possono beneficiare degli interventi del fondo le piccole e medie imprese costituite in forma di società di capitale.

 


ESCLUSIONI

Gli interventi del fondo non possono riguardare:

 

  • imprese operanti, o che intendano operare, nei settori della pesca e dell’acquacoltura di cui al Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio, della produzione primaria di prodotti agricoli di cui all’Allegato 1 del Trattato, dell’industria carboniera, dell’industria siderurgica, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, del carbone e dell’acciaio, in applicazione dei divieti e limitazioni derivanti dalle vigenti disposizioni comunitarie, nonché nel settore immobiliare (lettera L del codice ATECO 2007);

 

  • imprese destinatarie di un ordine di recupero ricevuto dall’autorità nazionale competente a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune, in applicazione della giurisprudenza “Deggendorf” (c.d.“clausola Deggendorf”), che non abbiamo rimborsato o depositato in un conto bloccato detto aiuto;

 

  • imprese in stato di liquidazione, sottoposte a procedure concorsuali o che si trovino nelle condizioni di difficoltà di cui all’art. 1, comma 7 del Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008.

 

  • aiuti ad attività connesse all’esportazione verso Paesi terzi o Stati membri, vale a dire aiuti direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e alla gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse all’attività di esportazione.

 

MODALITÀ E VINCOLI DEGLI INTERVENTI DEL FONDO


Il Fondo opera in modo sussidiario e complementare rispetto ai co-investitori ed interviene nelle piccole e medie imprese esclusivamente insieme ad almeno un co-investitore, terzo ed indipendente rispetto alle stesse, previa delibera vincolante dei rispettivi organi decisionali.


L’intervento del fondo è attuato nel rispetto delle condizioni previste dal Regolamento CE n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli artt. 87 e 88 del trattato (regolamento generale di esenzione per categoria), pubblicato sulla G.U.C.E. del 9/08/2008.

 

 

Il Fondo sarà destinato a finanziare le seguenti fasi di vita delle imprese:


1. start-up Capital, ovvero il finanziamento concesso a imprese che non hanno ancora venduto il proprio prodotto o servizio a livello commerciale e non stanno ancora generando profitto, per lo sviluppo del prodotto e la commercializzazione iniziale;


2. expansion Capital, ovvero il finanziamento concesso per la crescita e l'espansione di una società, pur se già esistente ed in equilibrio al momento della richiesta, che può o meno andare in pari o produrre utile, anche a seguito di un progetto di sviluppo significativo rispetto alle dimensioni aziendali che preveda investimenti tali da alterarne l’equilibro eventualmente pre-esistente senza
certezze sul raggiungimento del nuovo equilibrio, allo scopo di aumentare la capacità produttiva, favorire lo sviluppo di un mercato o di un prodotto o fornire capitale circolante aggiuntivo.

Per le medie imprese situate in zone non assistite non è previsto l’intervento in favore del capitale di rischio nella presente fase di vita dell’impresa.

 

LOCALIZZAZIONE


Le ricadute economiche ed occupazionali dei progetti imprenditoriali oggetto dell’investimento del Fondo devono riguardare sedi operative ubicate nella Regione Liguria che dovranno essere regolarmente censite presso la C.C.I.A.A. e nella piena disponibilità dell’impresa entro la stipula degli atti necessari all’attuazione dell’intervento.

 

 

APPORTO DEL FONDO

Il singolo apporto del Fondo, unitamente a quello dei co-investitori e nelle medesime proporzioni, dovrà rispettare i seguenti limiti:


a) la partecipazione diretta acquisita non potrà superare il 49,9% del capitale sociale dell'impresa richiedente;


b) l'acquisizione della partecipazione diretta e gli altri strumenti finanziari devono incrementare i mezzi finanziari dell'impresa richiedente;


c) l'importo complessivo dell'intervento (equity, quasi-equity e debito) per ogni singola impresa non potrà essere superiore ad € 1,5 milioni su un periodo di 12 mesi;


d) il tempo massimo dell'intervento, a prescindere dallo strumento utilizzato, non potrà essere superiore a 5 anni, potendo prevedere un eventuale "grace period".

 

INVESTIMENTO MINIMO

 

La soglia minima di investimento del Fondo è fissata in € 100.000,00 per ciascuna PMI.

 

 

MODALITA' OPERATIVE DEL FONDO

 

Il Fondo opererà esclusivamente attraverso il co-investimento in misura paritetica di terzi investitori privati indipendenti, per i quali sarà richiesta la preventiva iscrizione in un apposito elenco per la realizzazione dell'operazione di co-investimento con il FONDO.

 

 

ISCRIZIONE ELENCO DI CO-INVESTITORI

 

L'iscrizione non comporta alcun diritto e/o obbligo per gli iscritti, salvo il mantenimento dei requisiti per l'ammissione, e gli stessi possono richiederne in qualsiasi momento la cancellazione.

 

Possono presentare una manifestazione d'interesse per l'iscrizione all'ELENCO, tutte le persone fisiche e le persone giuridiche di natura privata interessate a co-investire con il Fondo in PMI.

 

A titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • banche,
  • società di gestione del risparmio,
  • intermediari finanziari ex articoli 106 e 107 T.U.B. ed
  • altre persone fisiche o giuridiche definite come "investitori qualificati" ai sensi della vigente normativa,
  • società finanziarie per l'innovazione e lo sviluppo,
  • altre imprese, anche classificabili come grandi imprese e
  • business angels privati.

 

DOMANDE

 

Presentazione domande:Misura a sportello - Bando aperto

Le domande possono essere essere presentate a partire dal 27 settembre 2013

fino alla data di chiusura dello sportello, che verrà fissata con apposito provvedimento della Regione in relazione alle comunicazioni fornite dal Gestore e comunque tenendo conto della data di chiusura del Por Fesr 2007-2013.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI


HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

 

Creazione di piccole imprese in zone rurali

liguria psr creazione di IMPRESE

chiedi appuntamento 2 Giallo

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITà

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

ACCOGLIENZA MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

Ministero.Interno.Prima.Accoglienza.MinoriStranieri.Non.Accompagnati 2017

PRIMO INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

LIGURIA.PSR.GIOVANI.AGRICOLTORI Bando 6.1 ANNO 2018

LIGURIA COOPERATIVE SOCIALI

LIGURIA COOPERATIVE SOCIALI

PROGETTI DI ASSISTENZA A FAVORE DELLE VITTIME DELLA TRATTA

VITTIME DELLA TRATTA

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO

MIUR BANDO RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE

NUOVA SABATINI: ACQUISTO ATTREZZATURE E BENI STRUMENTALI

NUOVA SABATINI 2017 2018

NO PROFIT - MISE: IMPRESE SOCIALI, ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

MISE, AZIENDE VITTIME DI MANCATI PAGAMENTI

finanziameti.alle.pmi.vittime.di.mancati.pagamenti

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

 

LIGURIA PSR Bando 4.1

LIGURIA PSR BANDO 4.1 INVESTIMENTI AZIENDE AGRICOLE

NUOVA SABATINI TER

NUOVA SABATINI 2017 2018

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

CHIEDI INFORMAZIONI

 

VALORIZZAZIONE INNOVAZIONE E PREVENZIONE RISCHI ALLUVIONALI

LIGURIA BANDI IN ARRIVO 2017

Iscriviti alla Newsletter gratuita

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI

START UP NUOVE IMPRESE

finanziamenti a tasso zero

fino a 1.500.000

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA.250

Chiedi informazioni

 

Ismea: Subentro e Ampliamento in Agricoltura

Iscriviti alla Newsletter gratuita

CERCA

Iscriviti alla Newsletter gratuita

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

VISITA ITALIA CONTRIBUTI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER ALTRE REGIONI?

logobisbordino.250

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI